Coprire, insabbiare, celare, nascondere, fingere, ignorare…

 

La vicenda della Asl di Massa con il suo buco milionario e la brutta faccenda del Forteto sembrano due cose indistinte nell’arcipelago degli scandali toscani ma sono entrambi accumunati da un fatto: nei rispettivi processi la presidenza della regione Toscana si è schierata parte civile. 

Ha un qualcosa di surreale questa vicenda perché partono i processi e si scopre l’incubo di un partito egemone come il PD che non temendo il grottesco e il ridicolo oppone facce di tolla o di bronzo a ogni richiamo alla ragione e  ritrovarsi invischiato nella merda fino al collo grazie proprio alla disonestà politica.  E allora che fa? Per non affogare si scandalizza, si erge a paladino dei deboli, si siede dalla parte della ragione con la prepotenza e la strafottenza che gli è propria grazie all’aiuto di giudici se non compiacenti, quantomeno distratti. Si perché nonostante le intercettazioni dell’allora assessore alla sanità regionale, presidente della regione adesso, il nostro Enrico Rossi fa la parte della vittima. Di quello che dopo aver contribuito al buco milionario di Massa si mette contro i colpevoli quindi contro se stesso! Quattro passi nel delirio? In ogni latitudine della Terra forse ma non in Toscana, dove alberga sovrana la connivenza tra giudici silenziosi che girano vorticosamente dentro il sistema clientelare politico del PD. La legge è uguale per tutti quindi? Neanche per sogno! E è lapalissiano per come è stato coperto per anni il buco di Massa permettendo a un correo di sedere dalla parte della legalità e per chi ha coperto gli abusi commessi alla comunità del Forteto continuando ad affidare i “bimbi sperduti” a questo abominevole Capitan Uncino venerato e temuto da tutta la nomenclatura catto-comunista. 

Coprire, insabbiare, celare, nascondere, fingere, ignorare….. Tutte parole univoche tratte dal vocabolario della sinistra toscana che vengono si taciute con la bocca ma espresse coi fatti. 

Tutti sapevano di Massa. Tutti sapevano del Forteto. Tutti adesso stanno giocando a guardie e ladri, scambiandosi i ruoli a seconda dell’opportunità. Gli unici che non sapevano erano i bisognosi di cure a Massa e quei poveri giovani capitati alla comunità del Forteto. Ma la Legge non ammette l’ignoranza quindi si torna punto e accapo: giudici che interpretano la Legge per gli amici e politici che fanno passerelle per presenziare a illustri convegni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...